CrediperQuinto - Cessione del Quinto dello STIPENDIO o della PENSIONE o del T.F.R.

Descrizione
DESCRIZIONE PRODOTTO o SERVIZIO

Il Prestito contro cessione del quinto dello stipendio o della pensione è un finanziamento personale non finalizzato con esborso iniziale in un'unica soluzione della somma richiesta, con rimborso secondo un piano predefinito, a rate costanti.
L'importo della rata di rimborso non può eccedere la quinta parte dello stipendio o del trattamento pensionistico netto mensile e il pagamento della stessa rata deve essere effettuato direttamente dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico, mediante trattenuta dall'emolumento previsto.

Il finanziamento può essere concesso ai lavoratori dipendenti sia di Enti pubblici che di aziende private che ai pensionati pubblici e privati.

Relativamente alla cessione pro solvendo del trattamento di fine servizio / rapporto, si tratta di un finanziamento destinato ai dipendenti pubblici in quiescenza, garantito dalla cessione pro solvendo dei crediti derivanti dal trattamento di Fine Servizio / Rapporto (TFS / TFR) maturato.

CODICE PRODOTTO
cessione del quinto dello stipendio o pensione
FORMA TECNICA
Affidamento di conto corrente
Caratteristiche
SEGMENTI CLIENTELA
Privati
SEGMENTI CLIENTELA (dettaglio)
Privati
CLIENTI POTENZIALMENTE INTERESSATI

- DIPENDENTI PRIVATI: dipendenti di aziende private assunti a tempo indeterminato
- DIPENDENTI STATALI
- PENSIONATI: Inps e Inpdap

Aree di business:
- clienti con prestiti accesi con la concorrenza (Agos, Findomestic, Compass, etc., con rate irregolari)
- clienti banca in sofferenza, pre-contenzioso, incaglio, etc.
- liste tabulati sconfini giornalieri in mano ai direttori di filiale
- chirografari BCC con criticità e pagamenti irregolari

ESIGENZE del CLIENTE

Ottenere un finanziamento semplice, sicuro e conveniente, a rate mensili e costanti, trattenute direttamente dallo stipendio/pensione, senza complicate procedure o garanzie.

Condizioni economiche
IMPORTO MASSIMO (€)
€ 75.000,00. Il consumatore ha a disposizione una somma detta Importo Totale del Credito, che costituisce la somma effettivamente percepita dallo stesso, al netto degli interessi e dei costi connessi.
TIPO TASSO MUTUO
Fisso
TASSO FISSO APPLICATO (%)
TAN da minimo 2,90% a massimo 17,84% secondo il tipo di cessione, l'età del cliente alla sottoscrizione e a fine piano di ammortamento, la durata del finanziamento
INDICE di RIFERIMENTO APPLICATO
non previsto
TAEG
vd Secci allegato (comprensivo di tutti i costi, incluse le imposte e non subirà modificazioni, con decorrenza dal primo giorno del mese success. alla conclusione del contratto)
TASSO di MORA (%)
interessi al TAN solo in determinati casi di ritardato pagamento (vd sezione NOTE)
SPESE e COMMISSIONI VARIE

Le condizioni possono variare in funzione dell'età del cliente, dell'anzianità di servizio, della natura giuridica del datore di lavoro, dell'importo richiesto, della durata del finanziamento e, per i dipendenti privati, del TFR disponibile.

Per tutte le spese e commissioni richieste da CrediperQuinto/Pitagora SpA consultare le informazioni europee di base allegate alla presente scheda.

ACCONTO e/o ESTINZIONE ANTICIPATA
vd sezione NOTE
IMPOSTA SOSTITUTIVA (€-%)
0,25% dell'importo totale dovuto dal consumatore, al netto di interessi. Oneri fiscali trattenuti in sede di erogazione.
Caratteristiche tecniche
FINALITA' MUTUO
Spese varie
Prestito al consumo
DURATA MASSIMA
10 anni
GARANZIE (dettaglio)

Il finanziamento è garantito da polizze assicurative obbligatorie per legge per il rischio vita e rischio impiego.
Rischio Vita: Pitagora SpA sostiene il costo della polizza assicurativa e il consumatore, in qualità di assicurato, dà il proprio consenso. Il consumatore è libero di scegliere sul mercato la polizza sulla vita più conveniente che il finanziatore è obbligato ad accettare senza variare le condizioni offerte.
Rischio Impiego: Pitagora SpA sostiene il costo della polizza assicurativa. In caso di cessazione del rapporto di lavoro, per qualunque causa o motivo, previo incasso da parte di Pitagora del TFR e delle altre somme a qualunque titolo dovute, la Compagnia di assicurazione, dopo aver pagato il debito del cliente a seguito del mancato adempimento da parte di quest'ultimo dell'obbligazione di pagamento, ha diritto di rivalersi sul cliente stesso, che non viene liberato dall'obbligo di estinguere il finanziamento.
Il consumatore potrà inoltre verificare le tipologie di coperture assicurative offerte dalle compagnie di assicurazione direttamente sul sito www.ivass.it - sezione Albo Imprese - al fine di ricercare liberamente sul mercato la polizza più conveniente. 

Non sono obbligatori altri contratti per servizi accessori.

Relativamente alla cessione TFS / TFR, il finanziamento è garantito dalla cessione pro solvendo del credito derivante dal TFS/TFR maturato, nel limite dell'80% dello stesso. Non vi è alcun obbligo di sottoscrivere un'assicurazione che garantisca il credito né alcun contratto per servizi accessori.

ASSICURAZIONE
Obbligatoria
REQUISITI

PENSIONATI:
- clienti titolari di pensione
- età 72/79 anni
- accredito pensione minimo: € 600,00
- no pensione minima sociale
- no pensioni di invalidità
- no pensioni di reversibilità se cliente ha meno di 40 anni
- no pensioni cointestate
- no pensioni estere

DIPENDENTI PUBBLICI: convenzioni con Enti, Ministeri/Inps

DIPENDENTI PRIVATI:
- Spa - Srl - Scarl (con minimo 25 dipendenti) - Cooperative (con minimo 50 dipendenti)
- lavoratore a tempo indeterminato da almeno 12 mesi
- no società di persone e ditte individuali

PERIODICITA' RIMBORSO
Mensile
PROCEDURA

Condizioni di prelievo: il consumatore può utilizzare immediatamente tutto il credito a seguito dell'erogazione del netto ricavo che avviene tramite assegno circolare non trasferibile o bonifico bancario.
Durata del contratto: minimo 48 mesi - massimo 120 mesi
Relativamente alla cessione del TFS / TFR, la durata è definita dal prospetto di liquidazione emesso dall'Ente erogatore.
Rate ed, eventualmente, loro ordine di imputazione: Importo fisso della rata mensile trattenuta dall'Ente datoriale direttamente dallo stipendio o dall'Ente previdenziale direttamente dalla pensione.
Il finanziamento prevede un piano di ammortamento cosiddetto alla "francese" in cui la rata fissa mensile comprende una quota capitale crescente ed una quota interessi decrescente.
Relativamente alla cessione del TFS / TFR, le scadenze delle rate sono determinate secondo il piano di liquidazione del TFS / TFR definito dall'Ente erogatore e da questi certificato col prospetto di liquidazione. L'Ente erogatore provvede al versamento delle rate entro 90 giorni dalla Data Prevista Di Pagamento indicata nel prospetto stesso. Anche qui vale il piano di ammortamento francese.
Importo totale dovuto dal consumatore: l'importo totale dovuto rappresenta la somma totale oggetto di restituzione da parte del consumatore, comprensiva dell'importo totale del credito, degli interessi e dei costi connessi.
Consultazione di una banca dati: se il finanziatore rifiuta la domanda di credito dopo aver consultato una banca dati, il consumatore ha il diritto di essere informato immediatamente e gratuitamente del risultato della consultazione.
Diritto a ricevere una copia del contratto: il consumatore può ottenere gratuitamente copia del contratto di credito idonea per la stipula. Non ne ha diritto se il finanziatore, al momento della richiesta, non intende concludere il contratto.
Cessione del credito: il consumatore non può cedere a terzi eventuali crediti derivanti dal contratto di credito di cessione del quinto.

In caso di cessione del TFS / TFR, il finanziatore, se sussiste un giustificato motivo, può modificare unilateralmente le clausole non aventi ad oggetto il tasso di interesse (in conformità all'art.118 TUB).

Note
NOTE descrittive e/o aggiuntive

Occorrono documenti probatori quali certificato di stipendio o salario e dichiarazione di quota cedibile per i pensionati.

Costi in caso di ritardo nel pagamento: Non saranno addebitati interessi di mora in caso di ritardato pagamento di rate mensili, tranne casi di ritardato pagamento:
- del debito residuo a seguito di risoluzione di diritto del contratto (unico caso valido in caso di cessione del TFS / TFR);
- dell'eventuale anticipo ottenuto, oltre 10 giorni dal ricevimento della comunicazione di mancata concessione del finanziamento.
L'eventuale ritardato o mancato pagamento potrebbe determinare gravi conseguenze per il consumatore e potrebbe rendere più difficile ottenere altri crediti in futuro.

Diritto di recesso: SI - il consumatore ha il diritto di recedere dal contratto di credito entro 14 giorni di calendario dalla conclusione del contratto di credito.

Rimborso anticipato: SI - il consumatore ha diritto ad una riduzione del costo totale del credito, pari all'importo degli interessi e dei costi per la vita residua del contratto di credito.
Il finanziatore, in caso di rimborso anticipato, ha il diritto ad un indennizzo per i costi direttamente collegati al rimborso anticipato del credito, pari a:
- 1% dell'importo rimborsato in anticipo, se la vita residua del contratto è superiore a 1 anno
- 0,5% dell'importo rimborsato in anticipo, se la vita residua del contratto è pari o inferiore a 1 anno.
In ogni caso, l'indennizzo non può superare l'importo degli interessi che il consumatore avrebbe pagato per la vita residua del contratto di credito.
L'indennizzo non è dovuto:
- se il rimborso anticipato è effettuato in esecuzione di un contratto di assicurazione che garantisce il credito ovvero in caso di decesso o cessazione del rapporto di lavoro del consumatore;
- se l'importo rimborsato anticipatamente corrisponde all'intero debito residuo ed è pari o inferiore a € 10.000,00.

Altre informazioni
ETA' MASSIMA del RICHIEDENTE
85 anni
FAMIGLIA PRODOTTO
Finanziamenti
TIPOLOGIA PRODOTTO
Finanziamenti - Apertura di fido
PUNTI di FORZA COMMERCIALI

- Preventivo gratuito e senza impegno
- Finanziamento sino a € 75.000 con durata sino a 120 mesi
- Nessuna motivazione richiesta sull'utilizzo del prestito
- Utilizzo del finanziamento senza alcuna limitazione
- Al rimborso della rata ci pensa direttamente il datore di lavoro o l'Ente pensionistico, senza alcun impegno da parte dell'utente 

VANTAGGI per la BCC
Commissioni.
SESSO
Maschio
Femmina
ETA'
> 18 anni
PAROLE CHIAVE
pensione
finanziamento
privati
dipendente aziende
credito al consumo
COMMERCIALIZZABILE
Si
 

Documenti Allegati
(06/07/2021) CrediperQuinto - CQ della Pensione
(06/07/2021) CrediperQuinto - CQ Stipendio Dipendenti Privati
(06/07/2021) CrediperQuinto - CQ pro solvendo del T.F.R.
(06/07/2021) CrediperQuinto - CQ Stipendio Dipendenti Pubblici
(06/07/2021) CrediperQuinto - CQ Delegazione di pagamento Dipendenti Privati
(06/07/2021) CrediperQuinto - CQ Delegazione di pagamento Dipendenti Pubblici