Mutuo Finlombarda Chirografario "AL VIA" - Imprese - Tasso Fisso (classe 556)

Descrizione
DESCRIZIONE PRODOTTO o SERVIZIO

Finlombarda “AL VIA” (classe 556) Agevolazioni Lombarde per la Valorizzazione degli Investimenti Aziendali – è l'iniziativa di Regione Lombardia e Finlombarda SpA, che finanzia gli investimenti in sviluppo aziendale e rilancio di aree produttive delle PMI della Lombardia.
Si tratta di un finanziamento chirografario a medio-lungo termine.

Beneficiari: le PMI (anche artigiane) dei settori manifatturiero, costruzioni, trasporti e servizi alle imprese e alle imprese agromeccaniche lombarde, che siano operative da almeno 24 mesi (escluse le start up) e attive in una delle aree di specializzazione individuate dalla "Strategia regionale di specializzazione intelligente per la ricerca e l'innovazione" (S3) quali: aerospazio, agroalimentare, eco-industria, industrie creative e culturali, industria della salute, manifatturiero avanzato e mobilità sostenibile. Le aziende devono essere iscritte al Registro delle Imprese e avere sede operativa in Lombardia.
Finalità: sostenere nuovi investimenti produttivi da parte delle Imprese al fine di rilanciare il sistema produttivo e facilitare la fase di uscita dalla crisi socio – economica che ha investito anche il territorio lombardo. La misura agevolativa pertanto finanzia investimenti produttivi, incluso l'acquisto di macchinari, impianti e consulenze specialistiche interiti in adeguati Piani di Sviluppo aziendale caratterizzati da: 
- un'analisi chiara e dettagliata dello scenario di riferimento sia interno sia esterno all'impresa;
- una strategia volta a ripristinare le condizioni ottimali di produzione, a massimizzare l'efficienza e a pianificare azioni di crescita sui mercati nazionali e internazionali.
Saranno gavoriti anche Piani di Sviluppo finalizzati al rilancio di aree produttive.
Investimenti ammissibili: si tratta di investimenti produttivi per lo sviluppo aziendale basati su programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo. Il richiedente potrà presentare domanda su una delle due seguenti linee di intervento:
- Linea Sviluppo Aziendale: investimenti da realizzaarsi nell'ambito di generici piani di sviluppo aziendale.
- Linea Rilancio Aree Produttive: investimenti per lo sviluppo aziendale basati su programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo legati a piani di riqualificazione e/o riconversione territoriale di aree produttive, tra cui, a titolo esemplificativo, quelli in "aree urbane compromesse" o in aree dismesse, degradate o sottoutilizzate, attraverso la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente per le quali la legge regionale n. 11 del 19 febbraio 2014 prevede un coinvolgimento propositivo delle pubbliche amministrazioni, tra cui i Comuni.
Caratteristiche del contributo in conto capitale: a parziale copertura dei costi sostenuti per realizzare il progetto (spese ammissibili), Regione Lombardia, a seguito dell'esito positivo delle verifiche istruttorie, provvederà a concedere al soggetto destinatario (cliente) un contributo in conto capitale. Il contributo sarà erogato dalla Regione in un'unica soluzione a seguito dell'avvenuta conclusione dell'intervento, e sarà compreso tra il 5% e il 15%, differenziato in funzione di diverse caratteristiche, tra la tipologia del soggetto richiedente, della classificazione dimensionale, etc.
Caratteristiche del finanziamento: trattasi di un co-finanziamento in pool con quote paritarie, 50% per la BCC e 50% per la Finlombarda.
E' ammesso il cumulo con altre forme di agevolazioni statali, regionali o di altra natura a valere sullo stesso progetto, a condizione che il cumulo non superi l'ammontare massimo delle spese ammissibili e il rispetto dei limiti stabiliti dai regimi di aiuto diversamente applicabili.

Per la provvista BCCT, il finanziamento può essere solo chirografario e a tasso fisso.

CODICE PRODOTTO
Classe 556 - Finlombarda AL VIA
FORMA TECNICA
Mutuo Chirografario
Caratteristiche
SEGMENTI CLIENTELA
Imprese
SEGMENTI CLIENTELA (dettaglio)
Imprese
CLIENTI POTENZIALMENTE INTERESSATI

Imprese Lombarde secondo i criteri sopra descritti.

ESIGENZE del CLIENTE
Finanziare investimenti delle Imprese lombarde su progetti di ammodernamento e ampliamento produttivo.
Condizioni economiche
IMPORTO MASSIMO (€)
€ 2.850.000,00
(In caso di progetto presentato a valere sul Regolamento "de minimis", il limite massimo sarà ridotto a € 2.000.000,00).
IMPORTO MINIMO (€)
€ 50.000,00
TIPO TASSO MUTUO
Fisso
TASSO FISSO APPLICATO (%)
dal 2,50 % Tasso Minimo Linea al 5,50 % massimo
INDICE di RIFERIMENTO APPLICATO
.
TAEG
Tasso massimo fisso 5,50 %
TAEG #CISCRA[138;ISC]%
TASSO di MORA (%)
tasso d'interesse annuo, maggiorato di 2,00 punti
SPESE di INCASSO
€ 3,00
SPESE ISTRUTTORIA (%)
1,00% dell'importo del finanziamento
SPESE e COMMISSIONI VARIE

Spese massime:
- Spese invio quietanza: € 0,00
- Spese per avviso scadenza rata: € 0,00
- Spese per sollecito di pagamento: €  5,00
- Spese per comunicazioni periodiche: cartacee € 1,00 - on line € 0,00
- Spese per altre comunicazioni: € 1,00
- Spese per altre comunicazioni a mezzo raccomandata: € 10,00
-
Spese per copia documentazione, dichiarazioni e certificazioni: vd relativo foglio informativo allegato
- Spese per accollo mutuo: € 200,00
- Rinegoziazione mutuo: € 200,00

ACCONTO e/o ESTINZIONE ANTICIPATA
- 1,50% massimo
- esente in caso di operazione di portabilità
IMPOSTA SOSTITUTIVA (€-%)
0,25% per finanziamenti superiori a 18 mesi
VANTAGGI per il CLIENTE SOCIO
Tassi fissi: dal 2,00% Tasso Minimo Linea al 5,00 % massimo
Spese istruttoria: 0,80% dell'importo del finanziamento
Caratteristiche tecniche
FINALITA' MUTUO
Investimenti produttivi
Liquidità e riposizionamento
DURATA MASSIMA
6 anni
GARANZIE (dettaglio)

La garanzia regionale (a costo zero) rilasciata da Finlombarda a favore dei soggetti finanziatori e nell'interesse dei soggetti destinatari copre a prima richiesta il 70% dell'importo di ogni singolo finanziamento. L'intensità di aiuto è stimabile in circa il 5% del totale delle spese ammissibili.

A supporto del finanziamento erogato, potranno essere richieste ulteriori garanzie di natura personale o reale, per l'intero importo relativo sia alla quota Finlombarda che alla quota Banca, solo per un importo inferiore o pari alla quota di finanziamento non coperta dalla garanzia Finlombarda.
 

REQUISITI

Spese ammissibili
a) Acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;
b) Acquisto di sistemi gestionali integrati (software e hardware);
c) Acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione;
d) Opere murarie, di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all'introduzione di criteri di ingegneria antisismica;
e) Acquisto di proprietà/diritto di superficie in relazione a immobili destinati all'esercizio dell'impresa (solo per la Linea Rilancio Aree Produttive).
Per la Linea Sviluppo Aziendale le spese al punto d) saranno ammissibili in una percentuale non superiore al 20% del totale delle spese ammissibili, solo se direttamente correlate e funzionali all'installazione dei beni oggetto di investimento [punti a), b) e c)].
Per la Linea Rilancio Aree Produttive le spese ai punti d) e e) non potranno superare complessivamente il 50% del totale delle spese ammissibili, e costituiranno voci autorizzate di spesa solo se direttamente correlate e funzionali all'installazione dei beni oggetto di investimento [punti a), b) e c)]. A titolo esemplificativo, l'acquisto di edifici già costruiti, costituisce spesa ammissibile purché sia direttamente connesso all'investimento e rispetti determinati requisiti.

PERIODICITA' RIMBORSO
Semestrale
PROCEDURA

I soggetti imprenditoriali interessati potranno presentare domanda di accesso alla misura esclusivamente per mezzo della procedura SiAge - www.siage.regione.lombardia.it, fino al 31 dicembre 2019 (data di chiusura di sportello).
- Entro 10 giorni dalla data di protocollazione delle singole domande, Finlombarda ultimerà l'istruttoria formale finalizzata alla verifica della correttezza dei dati forniti dai soggetti richiedenti in termini di corretta presentazione della domanda e dei riquisiti di ammissibilità formale.
- Le domande che avranno superato la fase di verifica formale verranno sottoposte all'istruttoria tecnica effettuata da uno specifico Nucleo di Valutazione nominato da Regione Lombardia. L'istruttoria tecnica valuterà la capacità dei singoli progetti in termini di corretta definizione degli obiettivi, della capacità di generare effetti in termini di rilancio produttivo e di crescita, di intercettare le migliori soluzioni tecnologiche e di ottimizzare l'uso delle materie prime, etc. La fase di istruttoria tecnica dovrà essere ultimata entro 45 giorni dalla conclusione dell'istruttoria formale.
- A conclusione di quest'ultima fase, Regione Lombardia provvederà a comunicare gli esiti sia al soggetto richiedente sia a Finlombarda.
- In caso di ammissione della domanda, il soggetto richiedente dovrà individuare l'intermediario finanziario (banca) con il quale sottoscrivere il contratto di finanziamento.
Le domande valutate ammissibili verranno quindi sottoposte alla fase di istruttoria economico-finanziaria.
- Entro 40 giorni dall'individuazione fatta dall'azienda, la banca dovrà completare la propria istruttoria economico-finanziaria e comunicarla, tramite SiAge, a Finlombarda.
- A sua volta Finlombarda, entro 20 giorni dalla ricezione della delibera della banca dovrà completare la procedura di valutazione di sua competenza.
- Le domande valutate positivamente da tutti i soggetti coinvolti, saranno trasmesse agli uffici della Direzione competente che, con cadenza mensile, provvederà a pubblicare i decreti di concessione o di diniego delle richieste di concessione del contributo in conto capitale e della garanzia (www.eu.regione.lombardia.it o www.regione.lombardia.it , oltre ad essere comunicati a mezzo PEC direttamente al soggetto richiedente e all'intermediario convenzionato.
- Entro 20 giorni solari dalla data di ricezione della comunicazione, il beneficiario finale dovrà sottoscrivere il contratto di finanziamento con la banca. Il finanziamento sarà erogato come segue:
a) prima tranche, a titolo di anticipo, tra il 20% e il 70% del finanziamento sulla base di quanto deliberato dal soggetto finanziatore;
b) saldo a conclusione del progetto e delle relative attività di verifica così come previste dalle disposizioni attuative.
Il contributo in conto capitale sarà erogato al beneficiario finale a conclusione del progetto di investimento da parte di regione Lombardia e previa produzione della documentazione necessaria a verificare la corretta esecuzione delle attività svolte.

Note
NOTE descrittive e/o aggiuntive

Modalità di rimborso: sono previste rate di rimborso SEMESTRALI posticipate, con scadenza 1° marzo e 1° settembre di ogni anno.
Tasso da applicare: il cofinanziamento non costituisce aiuto in termini di agevolazione pubblica, pertanto sarà erogato a condizioni di mercato e comunque pari alla media ponderata dei tassi applicati alle risorse finanziarie messe a disposizione da Finlombarda e dalle Banche convenzionate.
Le parti applicheranno liberamente, ciascuna per la propria quota, le condizioni di tasso considerate più appropriate in funzione del livello di rischio assegnato al soggetto beneficiario da parte di ciascun soggetto finanziatore. Finlombarda applicherà uno spread massimo pari a 6 punti percentuali per la propria quota.
Durata: da un minimo di 3 anni ad un massimo di 6 anni, incluso un periodo di preammortamento non superiore ai 18 mesi, oltre la frazione di periodo necessaria per raggiungere la prima scadenza utile - 1° marzo o 1° settembre - successiva alla data di erogazione.
Modalità di erogazione: possibilità di anticipazione dal 20% al 70% del finanziamento concesso alla sottoscrizione del contratto.
Forme di intervento - l'intervento agevolativo si compone di:
Finanziamento a medio-lungo termine erogato congiuntamente da Finlombarda e dalla Banca;
- Garanzia Regionale gratuita sul finanziamento;
- Contributo in conto capitale a fondo perduto in ragione di un rapporto percentuale sul totale del progetto.
L'ammontare massimo del contributo in conto capitale e del cofinanziamento assistito dalla garanzia regionale sarà definito sulla base della tipologia del progetto, del regime di aiuto, della dimensione dell'investimento e della classe dimensionale del soggetto richiedente secondo determinate modalità. Il contributo a fondo perduto è determinato come percentuale sul totale delle spese ammissibili e il cofinanziamento e la relativa garanzia sono volti a finanziare la quota parte non coperta dal contributo. 
Le imprese potranno scegliere, in sede di presentazione della domanda, il regime di aiuto applicabile al contributo in conto capitale e alla garanzia, ovvero in regime "de minimis" o regime di esenzione.

L'ipotesi di calcolo TAEG (da noi formulata) comprende: spese d'istruttoria, imposta sostitutiva, spese incasso rata, spese per comunicazioni periodiche. Oltre al taeg, possono esserci altri costi, quali le eventuali penali derivanti dalla mancata esecuzione di uno degli obblighi previsti dal contratto, gli interessi di mora e i costi relativi a servizi accessori non obbligatori per ottenere il finanziamento o per ottenerlo a determinate condizioni, nonché gli oneri dovuti dal cliente alla Finlombarda Spa per il rilascio del contributo.

La Banca informa che opera con il Fondo Centrale di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese (L. 662/96 art. 2, comma 100, lettera a). Pertanto è possibile ricorrere alla garanzia fideiussoria diretta concessa dal Fondo di Garanzia secondo quanto indicato nell'apposito foglio informativo “Mutuo Chirografario – Fondo di Garanzia per le PMI (L. 662/96)” a cui si fa rimando.

Altre informazioni
FAMIGLIA PRODOTTO
Finanziamenti
TIPOLOGIA PRODOTTO
Finanziamenti - Convenzioni
Finanziamenti - Mutui esclusivi a Imprese - Chirografari e Ipotecari
Finanziamenti - Mutui Chirografari
SESSO
.
ETA'
> 18 anni
PAROLE CHIAVE
imprese
convenzione
mutuo
COMMERCIALIZZABILE
Si
 

Documenti Allegati
(08/05/2012) Ods 2012/056 - Decreto Liberalizzazioni: Divieto apertura di conti correnti connessi all'erogazione di un mutuo
(20/11/2013) Ods 2013/086 - Manovra Tassi e Condizioni: spese mutui - comm. bonifici e portafoglio - spese di successione - incremento spread fidi ipotecari, tassi di fido di conto corrente e di portafoglio
(07/08/2014) Ods 2014/092 - Tassi di cartello e nuovo tasso mora Mutui
(19/11/2015) Ods 2015/096 - Modifica condizioni contrattuali Mutui - aggiornamento modulistica in uso
(19/11/2015) Ods 2015/136 - Richieste variazione Mutui - Aggiornamento della modulistica in uso (integraz.ods 096/2015)
(23/10/2017) Ods 2017/147 - Credito agevolato - Finlombarda "AL VIA" - Classe 556
(06/06/2018) Ods 2015/137 - Trasparenza: Copia di documentazione, certificazioni e attestazioni
(15/10/2020) Convenzione FINLOMBARDA AL VIA - Mutuo Chirografario
(06/12/2021) Ods 2021/185 - Condizioni Clientela: Cartello tassi e deleghe di mutui, fidi e raccolta (decorr. 06-12-2021)