Iccrea/Banca - Finanziamenti per la promozione dei "Contratti di Filiera"

Descrizione
DESCRIZIONE PRODOTTO o SERVIZIO

Sono contratti tra i soggetti della filiera agroalimentare e/o agroenergetica e il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, finalizzati alla realizzazione di un programma di investimenti integrato a carattere interprofessionale ed avente rilevanza nazionale che, partendo dalla produzione agricola, si sviluppa nei diversi segmenti della filiera agroalimentare e agroenergetica in un ambito territoriale multi regionale (2 o più Regioni coinvolte). Gli interventi massimi per una Regione non potranno superare l'85% del totale.

AGEVOLAZIONI CONCEDIBILI
Per i contratti di filiera e di Distretto le agevolazioni concedibili sono articolate nella forma di contributo in conto capitale e di finanziamento agevolato. Il finanziamento agevolato è concesso a valere sulle disponibilità del "Fondo Rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti di ricerca" istituito presso la gestione separata dalla Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. (CDP) ed erogato dalla stessa CDP ai Soggetti Beneficiari per il programma di investimento oggetto della domanda di agevolazione. Sia il finanziamento agevolato sia il finanziamento bancario possono essere assistiti dalla garanzia ISMEA oltre che da un contributo in conto capitale.
Per i Contratti di Filiera l'agevolazione é articolata come segue:
- contributo in conto capitale:   da un minimo del 10% e fino al 20% per le grandi imprese; da un minimo del 15% e fino al 40% degli investimenti ammissibili per le PMI. Tali percentuali vengono determinate normativamente tenuto conto della tipologia degli investimenti, dei relativi ammontari di spesa e della loro localizzazione;
- finanziamento agevolato: pari al finanziamento bancario al tasso fisso dello 0,50%;
- finanziamento bancario ordinario concesso dalla banca: di pari durata ed importo al finanziamento agevolato destinato alla copertura finanziaria degli investimenti ammissibili;
- mezzi apportati dal soggetto beneficiario: non inferiori al 25% degli investimenti ammissibili, compreso il finanziamento bancario e tutti gli altri mezzi di copertura finanziaria esenti da qualunque elemento di aiuto pubblico.
L'ammontare complessivo del contributo in conto capitale, del finanziamento agevolato e del corrispondente finanziamento ordinario non può superare l'importo degli investimenti ammissibili.
Il finanziamento agevolato ed il finanziamento bancario ordinario vengono formalizzati in un unico contratto, il CONTRATTO DI FINANZIAMENTO, che Iccrea, per sè in qualità di Banca Finanziatrice, con riferimento al finanziamento bancario ordinario, ed in nome e per conto della CDP, con riferimento al finanziamento agevolato, perfeziona con i Soggetti Beneficiari.
IccreaBanca oltre al ruolo di Banca Finanziatrice può svolgere anche il ruolo di Banca Autorizzata, iscritta nell'elenco del Decreto del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali del 2016.
L'erogazione del finanziamento agevolato e del finanziamento bancario ordinario, avverrà in base agli stati di avanzamento lavori, previa autorizzazione da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
Il soggetto beneficiario si obbliga a rimborsare ad Iccrea e a CDP il finanziamento mediante il pagamento di rate periodiche, comprensive di capitale e di interessi, calcolate sulla base delle condizioni economiche stabilite con il contratto e da corrispondere alle scadenze previste dal piano di rimborso (c.d. piano di ammortamento).
Verrà stabilito nel contratto anche un periodo iniziale di preammortamento, della durata non superiore a 4 anni, vale a dire un periodo di tempo precedente a quello di ammortamento, durante il quale il soggetto beneficiario paga ad Iccrea  e a CDP rate periodiche di soli interessi calcolate sulla base di condizioni economiche stabilite con il contratto e da corrispondere alle scadenze pattuite.
La durata del finanziamento verrà pattuita da un minimo di 4 anni ad un massimo di 15 anni, compreso il periodo di preammortamento.
Di norma, il finanziamento è assistito da un presidio cauzionale, che può essere costituito da garanzie reali (ad es. pegno, ipoteca, privilegio speciale) e/o personali (ad es. fideiussione, patronage) e/o atipiche (ad es. cessione di crediti), prestate a favore di CDP e della banca finanziatrice dal soggetto beneficiario o da terzi.

CODICE PRODOTTO
Finanziamenti per la promozione dei Contratti di Filiera
FORMA TECNICA
Mutuo Chirografario
Mutuo Ipotecario
Mutuo con Garanzie Reali
Caratteristiche
SEGMENTI CLIENTELA
Imprese
SEGMENTI CLIENTELA (dettaglio)
Imprese_Agricoltura
CLIENTI POTENZIALMENTE INTERESSATI

SOGGETTI BENEFICIARI
- piccole, medie e grandi imprese, anche in forma consortile, società cooperative e loro consorzi, nonché le imprese organizzate in reti, che operano nel settore agricolo ed agroalimentare;
- organizzazioni di produttori agricoli riconosciute ai sensi della normativa vigente;
- società costituite tra soggetti che esercitano l'attività agricola e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione, purchè almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori agricoli, cooperative agricole e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute ai sensi della normativa vigente. Il capitale delle predette società può essere posseduto, in misura non superiore al 10%, anche da grandi imprese, agricole o commerciali;
- consorzi di tutela riconosciuti.

SOGGETTI PROPONENTI
I contratti di filiera e di Distretto possono essere proposti da:
- cooperative agricole e loro consorzi, consorzi di organizzazioni di produttori agricoli e le relative associazioni riconosciute, che operano nel settore agricolo, agroalimentare e agro energetico;
- società costituite tra soggetti che esercitano l'attività agricola e le imprese commerciali e/o industriali e/o addette alla distribuzione, purchè almeno il 51% del capitale sociale sia posseduto da imprenditori agricoli, società cooperative agricole e loro consorzi o da organizzazioni di produttori riconosciute;
- associazioni temporanee di impresa tra i soggetti beneficiari, già costituite all'atto della presentazione della domanda di accesso;
- le reti di imprese che hanno già sottoscritto un Contratto di rete al momento della presentazione della domanda di accesso;
- rappresentanze di distretti rurali e agro-alimentari individuati dalle Regioni ai sensi del D.Lg. del 2001.

ESIGENZE del CLIENTE
Investimenti nella produzione, trasformazione, commercializzazione e promozione di prodotti agricoli, oltre alla ricerca e sviluppo nel settore agricolo. (Per il dettaglio vedi sezione Requisiti). 
Condizioni economiche
TIPO TASSO MUTUO
Tasso Fisso o Variabile
TASSO FISSO APPLICATO (%)
TASSO FISSO:
base IRS (durata correlata a quella del finanziamento), arrotondato ai 10 centesimi superiori e rilevato alla data della stipula + spread
INDICE di RIFERIMENTO APPLICATO AL TASSO DI INTERESSE
Euribor06mesi/360 - revisione mensile o trimestrale o semestrale o annuale-IccreaBancaImpresa
CRITERI di RILEVAZIONE INDICE di RIFERIMENTO (per tasso variabile)
Euribor 6 mesi (rilevato come dato puntuale o come media di periodo)/ base 360/arrotondato ai 10 centesimi superiori/variazione semestrale / maggiorato di spread
SPREAD
TASSO VARIABILE: + 6,20 p.p. massimo
TASSO FISSO IRS: + 5,00 p.p. massimo
TASSO di MORA (%)
4,00 punti percentuali in più del tasso annuo nominate (TAN) in vigore al momento della stipula, purchè inferiore al tasso soglia previsto dalla legge dell'usura.
SPESE ISTRUTTORIA (%)
2,00% dell'affidamento concesso con un minimo di € 2.000,00 (con recupero delle spese apertura pratica)
SPESE PERIZIA TECNICA
- € 100,00 (tecnico di Iccrea B.I.)
- € 200,00 (controperizia tecnico di Iccrea B.I.)
oltre al puro costo di perizia sostenuto dalla banca a carico del cliente
- incremento per perizie fuori provincia da € 100,00 a € 300,00
SPESE e COMMISSIONI VARIE

PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE DEL FINANZIAMENTO BANCARIO EROGATO DALLA BANCA FINANZIATRICE:
- Spese apertura pratica: € 100,00
- Rimborso forfettario per spese di stipula atto fuori sede: € 500,00
- Spese per stipula e/o erogazione: € 500,00
- Spese informativa pre-contrattuale: € 50,00
- Spese rinnovo istruttoria e gestione fido: € 500,00
- Spese registrazione contratto: a carico del cliente secondo la normativa fiscale vigente
COMMISSIONI:
- Incasso rata: € 10,00 per singola rata
- Per pratiche rinunciate: € 150,00 e corresponsione del 100% delle spese di istruttoria
- addizionale per commissione di urgenza: fino ad un massimo dell'1,00% una tantum sul debito residuo
- mancato rispetto di impegni od obblighi contrattuali: fino ad un massimo del 2,50% nominale annuo da applicare sul capitale residuo, in via semestrale anticipata, per il periodo di mancato rispetto

Per spese / commissioni / penali / durate/ descrizioni e principali condizioni/ e per tutto quanto non indicato nella presente scheda, consultare il foglio informativo predisposto da IccreaBanca.

ACCONTO e/o ESTINZIONE ANTICIPATA
Penale est.anticipata: 2,00% del capitale
IMPOSTA SOSTITUTIVA (€-%)
in base alla normativa vigente
Caratteristiche tecniche
FINALITA' MUTUO
Investimenti produttivi
DURATA MASSIMA
15 anni
GARANZIE
Fideiussione
Ipoteca
GARANZIE (dettaglio)

Commissione garanzia sussidiaria I.S.M.E.A. - Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare: 
- mutuo di durata superiore ai 18 mesi e sino ai 60 mesi: 0,50% su un importo massimo di € 1.550.000,00 (per quota di pool) a valere su ciascun finanziamento (agevolato e bancario);
- mutuo di durata superiore ai 60 mesi: 0,75% su un importo massimo di € 1.550.000,00 (per quota di pool) a valere su ciascun finanziamento (agevolato e bancario).
Commissione garanzia diretta I.S.M.E.A.: a carico del soggetto beneficiario è stabilita da ISMEA una percentuale dell'importo della garanzia in relazione alla rischiosità dell'operazione (caratteristiche dell'impresa, finalità, durata e importo del finanziamento). 

TIPI DI FINANZIAMENTO BANCARIO:
Finanziamento fondiario
:
- deve essere assistito da ipoteca su immobili del soggetto beneficiario o di terzi, concedibile solo qualora tra il suo ammontare e il valore dei beni concessi in garanzia o delle opere da eseguire sugli stessi vi sia un rapporto non superiore all'80%. Se il soggetto beneficiario rilascia particolari garanzie integrative (fideiussioni bancarie o assicurative - garanzie di fondi pubblici di garanzia o di consorzi e cooperative di garanzia - cessioni di credito verso lo Stato o di annualità o contributi a carico dello Stato o di enti pubblici - da pegno su titoli di Stato) la banca può elevare tale percentuale sino al 100%;
- può essere assistito da ulteriori garanzie reali (pegno e privilegio speciale) ovvero personali (ad es. fideiussione anche sotto forma di garanzia di fondi pubblici o lettere di patronage) ovvero atipiche (ad es. cessione dei crediti, cambiali a garanzia).
Finanziamento con garanzia reale: è assistito da una garanzia reale (ad es. pegno, ipoteca) e da altre eventuali garanzie (vd punto precedente).
Finanziamento chirografario: può essere perfezionato come operazione senza garanzie oppure essere assistito da garanzie personali (ad es. fideiussione).
Tutte le forme di finanziamento sono disciplinate dalle norme del codice civile, dalle norme del Testo Unico Bancario (D.Lgs 385/93) per quanto applicabili e dal contratto.

ASSICURAZIONE
.
REQUISITI
INTERVENTI E SPESE AMMISSIBILI
Sono agevolabili i Contratti di Filiera e di Distretto i cui piani progettuali prevedano un ammontare degli investimenti ammissibili compreso tra 4 e 50 milioni di euro. L'importo degli investimenti di ogni singolo beneficiario è fissato ad un valore minimo di € 400.000,00 (per il solo comparto di produzione agricola primaria € 100.000,00). Tali importi minimi dovranno essere rispettati fino al completamento degli investimenti. Non sono ammesse le spese relative ai beni acquistati con il sistema della locazione finanziaria.

Il contributo dello Stato ai Contratti di Filiera e di Distretto è concesso per le seguenti tipologie di investimenti e di spese:
- investimenti nella produzione agricola primaria: costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili; acquisto di macchine e attrezzature nuove; acquisto o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d'autore e marchi commerciali; spese generali (max 12%); acquisto di animali da riproduzione.
- investimenti nel settore della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli: costruzione, acquisizione o miglioramento di beni immobili; acquisto di macchine e attrezzature nuove; spese generali (max 12%); acquisto o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d'autore e marchi commerciali.
- aiuti per la partecipazione dei produttori di prodotti agricoli ai regimi di qualità e per le misure promozionali a favore dei prodotti agricoli: costi per le ricerche di mercato, l'ideazione e progettazione del prodotto nonché la preparazione delle domande di riconoscimento dei regimi di qualità; organizzazione e partecipazione a concorsi, fiere e mostre; costi delle pubblicazioni su mezzi cartacei ed elettronici, siti web e annunci pubblicitari destinati a presentare informazioni sui produttori di una data Regione o di un dato prodotto; costi relativi alla divulgazione di conoscenze scientifiche; costi delle campagne promozionali destinate ai consumatori.
- aiuti alla ricerca e sviluppo nel settore agricolo: spese di personale; costi di strumenti e attrezzature nella misura e per periodo della ricerca; costi di immobili e terreni nella misura e per periodo della ricerca; costi della ricerca contrattuale, delle competenze tecniche e dei brevetti; spese generali supplementari derivanti direttamente dalla ricerca; altri costi di esercizio.
- aiuti in esenzione ai sensi del regolamento UE n.651/2014: aiuti alle PMI per trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli; investimenti in attivi materiali e/o immateriali; aiuti alle PMI per partecipazione alle fiere = costi per locazione, installazione e gestione stand; aiuti volti a promuovere la produzione di energia da fonti rinnovabili.
PERIODICITA' RIMBORSO
Semestrale
Note
NOTE descrittive e/o aggiuntive

Preammortamento: commisurato alla durata del programma di investimenti e comunque non superiore ai 4 anni.
Periodicità delle rate del piano di ammortamento: rate semestrali costanti posticipate scadenti il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno.

TEMPI DI EROGAZIONE:
- Durata dell'istruttoria: 30 giorni dalla data di ricezione di documentazione idonea ad una completa valutazione del rischio.
- Disponibilità dell'importo: da 0 a 30 giorni dalla data di comunicazione della concessione del finanziamento. 

Altre informazioni
FAMIGLIA PRODOTTO
Finanziamenti
TIPOLOGIA PRODOTTO
Finanziamenti - Mutui esclusivi a Imprese - Chirografari e Ipotecari
SESSO
.
ETA'
> 18 anni
PAROLE CHIAVE
imprese
finanziamento
agricoltura
COMMERCIALIZZABILE
Si
 

Documenti Allegati
(18/01/2016) Attestazione consegna documenti - BancaImpresa
(13/01/2021) IccreaBanca - Finanziamenti per la promozione dei "Contratti di Filiera"